top of page

GIORNO 57 : L'INIZIO DI UNA NUOVA FrASE : "RICOMINCIAMO MA" feat by Whitney Houston - Step by Step

Per lungo tempo ad evitare frecce che non sapevamo in che direzione andassero. Poi il verso ce lo hanno detto e disegnato in ogni modo. E molti hanno pensato che le cose comunque non stesseo andando per il verso giusto. 

Per lungo tempo ancora saremo vittime di frecce e frecciate a muso duro davanti alle telecamere, in dibattiti tanto accesi quanto le nostre TV , in scontri al Senato o alla Camera da noi distanti quanto tante volte lo è la politica , durante le interviste da case apparentemente comuni quasi a voler palesare normalità . 

Poi la direzione è sembrata chiara per tutti : verso il divano a guardare serie TV, verso la cucina ad impastare pizze, verso la scrivania : "oggi mi collego" , "tu a che ora ti colleghi?", "abbiamo la connsessione?" , "ci connettiamo?" , "matematica alle 10, tecnologia alle 17" .

Dopo quasi due mesi la direzione sembrava potesse cambiare. Una nuova direzione , forse più sperata che veramente decretata.

Pensavamo ad una grande freccia verso la porta di casa, verso il parco, verso l' ufficio, verso le metropolitane e verso quel caffè al bar .Invece eccoci ancora  in bilico come nella billancia dei vecchi farmacisti tra quella porta e il divano del salotto .

Quanto desiderio di uscire dovremo dosare in questi giorni, quanto desiderio di abbracciare dovremo domare. Quanti istinti a gesti di naturale affetto ancora dovremo dominare. E quanto buon senso usare.

La direzione giusta sarà ancora quella delle regole, quindi "ricominciamo ma" . Ricominciamo dai nonni. Ricominciamo ma, dimostriamo il nostro affetto da un metro o poco più. Sorridiamo ai nonni ma il sorriso resta sotto la mascherina, tanto non avrebbero motivo alcuno per pensare che la FFP2 o la chirurgica potrebbero nascondere qualcosa di diverso da un sorrriso per loro. Ricominciamo ma non beviamo dalle loro tazzine del caffè e dai loro bicchieri. Ci fermiamo solo per una chiacchierata, tanto la mascherina ferma le goccioline e gli starnuti ma non le nostre parole e i nostri pensieri. Possiamo stare poco tempo, non un' interna giornata ma neanche così poco da dover dire "torno domani". Giusto il necessario per poter dire che siamo soddisfatti di quel tempo speso bene , come a prendere una giusta dose d'amore per continuare a stare senza di loro per altri due giorni almeno. Un nipote alla volta. La loro voglia di vederli non è certo divisa per numero di nipoti, anzi in questo lungo periodo si sarà moltiplicata giorno per giorno ma dobbiamo dosare anche il loro desiderio. E poi ricominciamo ma un caffè al bar solo al tavolino fuori ma solo se sei in Calabria, ricominciamo ad andare a correre ma a distanza dal resto del parco, ricominciamo a salire sulle metro e sugli autobus ma solo a metà, ricominciamo a fare le passeggiate romantiche mano nella mano ma con i guanti, tanto l'amore supera distanze di tempo e di luogo enormi, supererà anche quello strato sottile , ricominciamo ad andare a "trovare" ma solo i congiunti. E non abbiamo bisogno di una legge per capire chi siano i congiunti. Cosa ne sanno i decreti dei legami quelli veri che non conoscono leggi nè regole ? Basterà usare la testa.  Dunque i guanti non appendiamoli ancora al chiodo, una molletta per quando li stendiamo ad asciugare andrà benissimo.

#RaccontidiDo #RaccontidiCo #giorno57 #laFrASE2 #ricominiciamoma #guantiappesiadunfilo

33 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
Post: Blog2_Post
bottom of page